Bio

Nata a Gallarate (VA) nel 1965, vive e lavora a Borgo Ticino (NO).

Dal 2009 sviluppa la propria ricerca artistica approfondendo la tematica dell’esperienza introspettiva e della vita interiore. Questa indagine l’ha portata a sperimentare il proprio linguaggio attraverso una gestualità molto intima che ricorre al disegno, al ricamo e alla ceramica. Ha esposto in musei, gallerie e spazi pubblici.

Statement

Quando realizzo un lavoro, ogni mio singolo gesto creativo si allontana dell’attimo razionale, permettendomi di dialogare in completo isolamento con il mio inconscio. Per questo motivo, avverto la necessità di indagare me stessa nel profondo, come se fossi una cartina tornasole capace di far riemergere stimoli e ricordi perduti. Il peso della materia celebrale e carnale sono i segnali della mia ricerca e cerco di evocarli attraverso i processi della mia pratica artistica. Quello che più mi attira, infatti, sono le sensazioni emotive che il mio corpo trasmette e la mente registra. Gli sbalzi d’umore alterano e frammentano la mia percezione sensoriale e da ogni stimolo rilevato nasce una reazione creativa che plasma e traduce in forme identità transitorie in continua trasformazione. Nel mio lavoro di ricerca, sperimento materiali e tecniche esecutive dalle caratteristiche ideali per trasferire la natura instabile della mente. A volte, prediligo la carta per l’immediatezza e la sua leggerezza e altre volte l’argilla per la sua plasticità e il suo peso corporeo.

Mostre Personali

2018 Presunto at KCC a cura di  Valentina Petter, KCC – Kusthallecc,  Castello Cabiaglio (VA); Veline Bianche a cura di Rossella Moratto, Dot Room, Milano; 2015 Second White a cura di Fabio Carnaghi, Villa Contemporanea, Monza; Herbarium a cura di Fabio Carnaghi, Monastero degli Olivetani, Nerviano (MI); 2014 Seconda navigazione a cura di Fabio Carnaghi, Chiesa San Gregorio, Cherasco (CN); ER il mito dell’interiorità a cura di Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI).

Mostre collettive

2018 Ceramics in love 58° Mostra della Ceramica a cura di Giuseppe Bertero, Palazzo Botton, Castellamonte (TO); Archivi del sé, una preliminare classificazione, Museo Civico Archeologico, Mergozzo (VCO);  Artspace a cura di Luca Scarabelli e Cesare Biratoni, Zentrum, Varese; Instabilestabile a cura di Rossella Moratto e Luca Scarabelli, Chiesa San Rocco, Carnate (VA); Arteam Cup contemporary art prize IV edizione cura di Matteo Galbiati e Livia Savorelli, Fondazione Dino Zoli, Forlì; 2017 In accumulo o in sospeso, ma in equilibrio #2 a cura di Rossella Moratto, Fondazione Bandera per l’Arte, Busto Arsizio (VA); In accumulo o in sospeso, ma in equilibrio a cura di Rossella Moratto, Studi Festival, Milano; Studio Freud a cura di Fabio Carnaghi, Studi Festival, Milano; Osmosi a cura di Irene Finiguerra, Walter Ruffato e Alessandro Lista, Museo del Territorio, Biella. 2016 La presenza nascosta. L’eterno senso del divino nell’arte a cura di Fabio Carnaghi, Museo Archeologico, Angera (VA). 2015 Notre avenir est dans l’air a cura di Fabio Carnaghi, Antiquariun Alda Levi, Milano; Tesaurus a cura di Fabio Carnaghi, Terme Romane, Como; Vasi comunicanti a cura di Lorenza Boisi, MIDEC Laveno Mombello (VA). 2014 Drawings a cura di Monica Villa, Villa Contemporanea, Monza. 2013 Age for Aquarius a cura di Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI); Tentation a cura di Monica Villa, Villa Contemporanea, Monza; Tra natura e memoria a cura di Cinzia Tesio, Palazzo Salmatoris, Cherasco (CN). 2012 Premio Arte, Palazzo della Permanente Milano; Impronte a cura di Manuela Ciriacono, Villa Pomini, Castellanza (VA); Sulla natura a cura di Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI);  Statement a cura di Ivan Quaroni, Circoloquadro, Milano.

Premi

2018 Ceramics in love 58° Mostra della Ceramica, menzione 4° artista segnalato, Castellamonte (TO); Premio Arte Rugabella, menzione mostra di personale, Castano Primo (MI); 2012 Premio Arte, finalista Palazzo della Permanete Milano.

Residenze

2017 Citta di Terre a cura di Irene Finiguerra, Walter Ruffato e Alessandro Lista, Museo del Territorio, Biella.

 

Autobiography 

I was born in Gallarate, in 1965, and I live and work in Borgo Ticino (NO) Italy. 

My artistic research develops and deepens the theme of introspective experience of interior life. This investigation has brought me to experiment a personal language and a very intimate gestuality which uses drawing, embroidery, ceramic and installations. I set up exhibitions in museums, art collections and public spaces.

Statement

When I work, every single creative act I perform draws away from rationality, allowing me to directly interact with my subconscious in a completely isolated manner. For this reason, I feel the urge to deeply search my inner self as if I kept inside a map leading to old memories and lost insights. The weight of brains and flesh matter is fundamental to my path of research so I try to summon them throughout the process of my artistic practice. The feelings channelled by my body and recorded by the mind: these capture my attention the most. Natural changes in my mood can influence and affect my sensory perception, so that from each impulse I get a creative reaction giving shape and translating into matter identities which otherwise would be under constant change. In my work of research, I make experiments with materials and execution techniques which can best reflect the unstable nature of human mind. Sometimes I prefer to use paper for its straightforwardness and lightness, sometimes I choose to use clay for its plasticity and material weight.

Personal exhibitions

2018 Veline Bianche edited by Rossella Moratto, Dot Room, Milano; Second White edited by Fabio Carnaghi, Villa Contemporanea, Monza; Herbarium edited by Fabio Carnaghi, Monastero degli Olivetani, Nerviano (MI); 2014 Seconda navigazione edited by Fabio Carnaghi, Chiesa San Gregorio, Cherasco (CN); ER il mito dell’interiorità edited by Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI).

Collective exhibitions

2018 Archivi del sé, una preliminare classificazione, Museo Civico Archeologico, Mergozzo (VCO);  Artspace edited by Luca Scarabelli e Cesare Biratoni, Zentrum, Varese; Instabilestabile edited by Rossella Moratto e Luca Scarabelli, Chiesa San Rocco, Carnate (VA); Arteam Cup contemporary art prize edited byMatteo Galbiati e Livia Savorelli, Fondazione Dino Zoli, Forlì; In accumulo o in sospeso, ma in equilibrio #2 edited by Rossella Moratto, Fondazione Bandera per l’Arte, Busto Arsizio (VA); In accumulo o in sospeso, ma in equilibrio edited by Rossella Moratto, Studi Festival, Milano; Studio Freud edited by Fabio Carnaghi, Studi Festival, Milano; Osmosi edited by Irene Finiguerra, Walter Ruffato e Alessandro Lista, Museo del Territorio, Biella. 2016 La presenza nascosta. L’eterno senso del divino nell’arte edited by Fabio Carnaghi, Museo Archeologico, Angera (VA). 2015 Notre avenir est dans l’air edited by Fabio Carnaghi, Antiquariun Alda Levi, Milano; Tesaurus edited by Fabio Carnaghi, Terme Romane, Como; Vasi comunicanti edited by Boisi, MIDEC Laveno Mombello (VA). 2014 Drawings edited by Monica Villa, Villa Contemporanea, Monza. 2013 Age for Aquarius edited by Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI); Tentation edited by Monica Villa, Villa Contemporanea, Monza; Tra natura e memoria edited by Cinzia Tesio, Palazzo Salmatoris, Cherasco (CN). 2012 Premio Arte, Palazzo della Permanente Milano; Impronte edited by Manuela Ciriacono, Villa Pomini, Castellanza (VA); Sulla natura edited by Fabio Carnaghi, Villa Rusconi, Castano Primo (MI);  Statement edited by Ivan Quaroni, Circoloquadro, Milano.

Prize

2013 Premio Arte Rugabella, menzione mostra di personale, Castano Primo (MI); 2012 Premio Arte, finalista Palazzo della Permanete Milano.

Residences

2017 Citta di Terre a cura di Irene Finiguerra, Walter Ruffato e Alessandro Lista, Museo del Territorio, Biella.