Humor

Autoprogettazione

www.autoprogettazione.com

Istruzioni d’artista per realizzare un’opera d’arte a casa propria

Un progetto a cura di 

Toni MerolaNicola Pellegrini e Bianca Trevisan

Promosso e sostenuto da Galleria Milano

Gli artisti coinvolti nell’autoprogettazione offriranno le istruzioni per realizzare un’opera d’arte da loro ideata alle persone a casa, con ciò che hanno a disposizione. L’autoprogettazione racchiude in sé, quindi, una doppia possibilità: creare un’opera autonomamente e, attraverso l’arte, auto(ri)progettare la propria esistenza.

HUMOR
Disegni impressi in bianco e nero, 2020 
carta di giornale, inchiostro, filo e garza cm 21×26

Perché ho scelto questo titolo? 

Forse perché la stessa parola mi porta a pensare in qualche maniera a un fatto divertente o per niente spiritoso, chissà… 

L’umorismo è inteso come capacità ironica e sottile di interpretare e rilevare gli aspetti creativi legati alla routine del quotidiano.

Sarà un caso, ma la prima pagina di giornale che ho strappato da un vecchio settimanale mi ha suggerito il titolo del progetto che adesso vi presento.

Istruzioni

Che cosa serve:

Foglio di giornale, inchiostro nero, fili di cotone, garza sterile, acqua, pennello, piattino.

  1. Recuperate un foglio di carta strappata da un giornale che servirà per imprimere il disegno. (foto n.1)
  2. Rovesciate l’inchiostro nel piattino, diluitelo con qualche goccia di acqua e mescolate il fluido con il pennello. (foto n.1)
  3. Tagliate dei pezzi di filo a caso e dei pezzi di garza. (foto n.1)
  4. Immergete i fili e le garze nella miscela sul piattino e lasciate assorbire il colore nelle fibre. (foto n.1)
  5. Aprite il foglio di carta e piegatelo in diagonale. (foto n.2)
  6. A caso appoggiate i fili e le garze sul lato vicino alla piegatura avendo cura di creare un piccolo motivo compositivo. (foto n.3)
  7. Ripiegate l’altro lato sopra e schiacciatelo bene per imprimere i segni su tutte e due i lati. (foto n.4)
  8. Sollevate un lembo, aprite piano e a poco a poco comparirà il disegno che avete impresso con la pressione delle vostre mani. (foto n.5)
  9. Lasciate asciugare l’inchiostro. (foto n.6)

Il lavoro finito prevede che i fili e le garze con l’asciugatura dell’inchiostro rimangono incollati alla carta creando cosi anche un gioco tridimensionale del vostro disegno impresso e poi se lo desiderate, lo potete far incorniciare.