Surplace artspace

Tiziano Doria | Sebastiano Gazzato | Eva Reguzzoni

A cura di Luca Scarabelli

Surplace | Varese | giugno 2018

Sollevare, distinguere e girarci intorno un lavoro di superficie, segno,  e sequenza.

Arazzi decorati con segni che si contaminano l’un l’altro, che disegnano la superficie in un complesso di forme in continua espansione, fili di ricami che s’intrecciano sottosopra, dentro e fuori la superficie, così che il lavoro modula leggermente anche lo spazio, attraverso sovrapposizioni e trasparenze, una crescita organica, metafora di coinvolgimenti e struggimenti emotivi, di segni quasi psichici, che sommuovono l’apparenza della superficie con movimenti istantanei senza riposo.

Tre Arazzi sospesi.

 

Carta velina bianca, tessuto non tessuto nero, inchiostro, filo ricamato e barre in alluminio, 2018. Cad. 170×100 cm.