Quando il fuori rientra

Quando il fuori rientra. Una raccolta di disegni speculari.

Un campionario emotivo che testimonia l’eterno dissidio tra pensiero positivo e  negativo,  in contrasto con il tessuto del fondo. I due arazzi sono composti da ritagli in stoffa imbastita e disegni su carta velina nera cuciti.

“Quando realizzo un lavoro, ogni mio singolo gesto creativo si allontana dell’attimo razionale, permettendomi di dialogare in completo isolamento con il mio inconscio. Per questo motivo, avverto la necessità di indagare me stessa nel profondo, come se fossi una cartina tornasole capace di far riemergere stimoli e ricordi perduti”.

220 x 85 cm – 170 x 100 cm
Tessuto assemblato, fogli in carta velina, impressione a inchiostro e filo cucito, 2018.